bannerone

YOUTH

youthLa ricerca YOUTH  ha realizzato una analisi di tipo quantitativo e qualitativo delle buone pratiche esistenti – a partire dal 2000 – nei 27 Paesi dell’Unione Europea (compresi Romania e Bulgaria di recente adesione) finalizzate all’inserimento dell’utenza giovanile nel mercato del lavoro.

La ricerca inoltre si è occupata di indagare il processo di adattamento delle politiche del lavoro che ha interessato gli stessi Paesi negli ultimi anni. Il campo di analisi ha riguardato la selezione, descrizione, studio e analisi delle buone pratiche esistenti in Europa per una maggiore e migliore occupabilità dei giovani, assumendo la “flexicurity” – come principio-guida trasversale a tutte le fasi di ricerca.

 

Lo studio è stato finanziato dalla Commissione Europea – DG Occupazione e Politica Sociale – ed ha avuto una durata di 15 mesi, a partire da dicembre 2006, ed è stato promosso da ISFOL, in collaborazione con CESOS, CERES e MELIUS per l’Italia e con NTF – National Training Fund (Repubblica Ceca) e Università di Godollo (Ungheria).

 

Persona di contatto: Maria Chiara Vita Finzi